Nell’ambito della gestione dei prodotti e dell’inventario, l’efficienza operativa è fondamentale per il successo di qualsiasi azienda, grande o piccola che sia.

Ogni giorno, le aziende si trovano a dover gestire migliaia di articoli, ognuno con caratteristiche uniche che devono essere monitorate e tracciate accuratamente.

È qui che entra in gioco il codice SKU, una componente essenziale per la gestione ottimale del magazzino e delle scorte, sia per negozi fisici che per e-commerce.

Indice

  1. Cos’è un codice SKU
  2. Come creare un codice SKU
  3. Esempio di codice SKU
  4. Vantaggi nell’utilizzo degli SKU

Cos’è un codice SKU.

Un codice SKU, acronimo di Stock Keeping Unit, è un identificatore univoco assegnato a ciascun prodotto all’interno di un inventario. Questo codice, che solitamente è alfanumerico, viene utilizzato dalle aziende per tracciare e gestire i prodotti in modo efficiente.

Gli SKU funzionano come etichette identificative per i prodotti e sono fondamentali per garantire che ogni articolo possa essere identificato rapidamente e senza ambiguità.

Ogni SKU può contenere informazioni rilevanti sul prodotto, come la categoria, il modello, il colore, la dimensione e altre caratteristiche distintive.
Ad esempio, un’azienda che vende scarpe potrebbe utilizzare un SKU come “SC-ROS-42” per indicare una scarpa (SC) rossa (ROS) di taglia 42.

Questi codici sono utilizzati in vari modi per facilitare le operazioni quotidiane, come il monitoraggio delle quantità disponibili, la gestione delle operazioni di magazzino e il supporto nelle strategie di vendita.

L’adozione di codici SKU ben strutturati aiuta le aziende a mantenere ordine e controllo, riducendo errori e migliorando l’efficienza operativa.

Come creare un codice SKU.

Un buon codice SKU deve essere chiaro, coerente e facilmente interpretabile da chiunque lo utilizzi.

Ecco alcune linee guida e best practice per la creazione di SKU efficaci:

  1. Cerca di limitare il codice SKU a 8-12 caratteri;
  2. Inizia la sequenza con una lettera se possibile;
  3. Evita l’utilizzo del numero Zero;
  4. Evita spazi, simboli, e caratteri speciali;
  5. assicurati che ogni lettera o numero abbia un significato;
  6. mantieni una documentazione dettagliata della struttura e delle regole degli SKU.

Esempio di codice SKU.

La creazione di codici SKU varia a seconda del tipo di prodotto e delle esigenze aziendali.

Vediamo insieme un esempio concreto per un negozio di abbigliamento.

In questo caso, alcune delle informazioni basilari che potremmo includere nel nostro codice SKU sono la categoria, il colore e la taglia del prodotto.

SKU Prodotto Categoria Colore Taglia
TS-BL-M T-shirt blu M TS BL M
PA-NE-L Pantaloni neri L PA NE L
GI-VE-S Giacca verde S GI VE S

Se volessimo avere degli SKU che includano anche il brand del prodotto, potremmo modificare la tabella in questo modo:

SKU Prodotto Categoria Brand Colore Taglia
TS-NK-BLU-M T-shirt Nike blu M TS NK BLU M
PA-AD-NER-L Pantaloni Adidas neri L PA AD NER L
GI-GU-ROS-S Giacca Gucci rossa S GI GU ROS S

Questa sequenza di SKU potrebbe sembrarti completa ma se avessimo T-shirt blu dello stesso brand con caratteristiche differenti come la lunghezza delle maniche, la forma del colletto, o la collezione d’appartenenza? Come potremmo fare a distinguerle?

Dovremmo aggiungere altre sigle allo SKU? NO.
Non possiamo creare degli SKU infinitamente lunghi.

In questo caso, la soluzione migliore è utilizzare una sequenza di numeri univoci da aggiungere allo SKU.

  • T-shirt Nike Blu taglia M con maniche corte del 2023 – assegnamo il numero univoco 001
  • T-shirt Nike Blu taglia M con maniche lunghe del 2023 – assegnamo il numero univoco 002
  • T-shirt Nike Blu taglia M con maniche lunghe del 2024 – assegnamo il numero univoco 004
SKU Prodotto
TS-NK-BLU-M-001 T-shirt Nike blu M maniche corte
TS-NK-BLU-M-002 T-shirt Nike blu M maniche lunghe
PA-AD-NER-L-001 Pantaloni Adidas neri L
GI-GU-ROS-S-002 Giacca Gucci rossa S

Vantaggi nell’utilizzo degli SKU.

Identificazione unica dei prodotti

Il principale vantaggio nell’utilizzo degli SKU è la capacità di identificare ogni prodotto in modo univoco. Questo consente di evitare confusione tra articoli simili e di tracciare con precisione ogni singolo prodotto, dalle fasi di produzione fino alla vendita finale. La codifica univoca facilita anche il riconoscimento rapido degli articoli, sia manualmente che tramite sistemi automatizzati.

Efficienza operativa

L’uso degli SKU semplifica molte operazioni aziendali, migliorando l’efficienza complessiva. La gestione dell’inventario diventa più semplice e veloce, riducendo il tempo necessario per trovare e registrare i prodotti. Questo porta a una riduzione degli errori umani e a un miglioramento della produttività del personale.

Gestione delle scorte

Gli SKU facilitano la gestione accurata delle scorte, permettendo di monitorare in tempo reale le quantità disponibili. Questo aiuta a prevenire situazioni di overstock o stockout, ottimizzando gli ordini di rifornimento e migliorando la soddisfazione del cliente grazie alla disponibilità costante dei prodotti.

Integrazione tecnologica

I codici SKU si integrano facilmente con i moderni sistemi di gestione dell’inventario, software ERP (Enterprise Resource Planning) e piattaforme di e-commerce. Questa integrazione consente una sincronizzazione accurata dei dati tra i vari reparti aziendali, migliorando la coerenza delle informazioni e facilitando la gestione centralizzata delle operazioni.

Miglioramento della logistica

Gli SKU migliorano anche le operazioni logistiche, facilitando il picking, il packing e la spedizione dei prodotti. Grazie a una codifica chiara e precisa, è possibile ridurre gli errori nelle spedizioni e velocizzare il processo di evasione degli ordini, garantendo una maggiore efficienza e precisione nelle consegne.